A Padova “Poesie e sinfonie nell’informale”, mostra personale dell’artista Carla Rigato

Padova-Poesie-e-sinfonie-nellinformale
PADOVA - Carla Rigato. Poesie e sinfonie nell’informale. Da sabato 10 dicembre 2016 a sabato 21 gennaio 2017 la Galleria La Teca di via Umberto I 56 a Padova presenta “Poesie e sinfonie nell’informale”, mostra personale dell’artista padovana Carla Rigato in cui verranno esposte nove opere della sua ultima produzione, alcune in prima assoluta. Vernissage sabato 10 dicembre ore 18 con la presentazione critica di Marica Rossi. Ingresso libero. «Siamo sospesi. La nostra esistenza è un continuo essere travolti, essere portati in alto per poi ricadere e nuovamente rialzarci, senza soluzione di continuità.

La nostra vita è sospesa come la schiuma delle onde». Così l’artista Carla Rigato racconta l’ispirazione che l’ha portata a realizzare nel corso del 2016 la serie delle “Sospensioni" di cui saranno esposte cinque tele.

Ispirate al tema marino su tonalità di colore che alcuni critici riconducono ai fondali lirici dei pittori veneti, le “Sospensioni” segnano un temporaneo abbandono da parte di Carla Rigato dell’uso del pennello e della spatola per sperimentare nuovi strumenti con i quali imprimere le proprie emozioni sulla tela.

A completare l'esposizione anche la tela di grandi dimensioni "Al di là del fiume e tra gli alberi" già esposta con successo ad ArtePadova 2016. Mentre per la prima volta si potrà ammirare l'opera "Oltre l'oggi" dalle tinte forti e dai tratti decisi che richiamano la splendida serie "Dove il cielo incontra la terra" del 2014.

Di sicuro impatto sarà "Un'altra attesa" dove dalle pennellate veloci, dense e materiche che caratterizzano lo stile informale della Rigato emerge leggera una solida sagoma di donna... forse un ritorno al figurativo?

CARLA RIGATO. Poesia e sinfonie nell'informale. Galleria La Teca. Via Umberto I, 56 – Padova, 10 dicembre 2016 - 21 gennaio 2017, vernissage sabato 10 dicembre ore 18. Orari di apertura: dal martedì al sabato ore 10,30-12,30 e 16,30-19,30, domenica 16,30 - 19,30. Ingresso libero.

Commenti