Donne Perse(phone), dramma moderno sulla violenza alle donne. Dalla vicenda della dea greca Demetra e della figlia Persefone

Donne-Persephone-dramma-violenza-alle-donne
ROMA - Donne Perse(phone). Voci di donne contro la violenza sulle donne, di Annalisa Venditti. Teatro di Villa Torlonia, via Lazzaro Spallanzani, 1a-Roma. Venerdì 25 novembre 2016, ore 19,30. In occasione dalla Giornata Mondiale contro la Violenza sulle Donne, il Teatro di Villa Torlonia ospita la performance Donne Perse(phone), testo teatrale di Annalisa Venditti prodotto dall’associazione Music Theatre International.
Donne Perse(phone) è un dramma moderno sulla violenza alle donne che si ricollega al mito classico: alla vicenda della dea greca Demetra e di sua figlia Persefone. Ispirato dalle cronache dei nostri giorni, alle storie di ragazze e donne uccise o abusate da un marito, un fidanzato o un compagno violento, questo recital dà voce alle vittime. Le figlie ritornano e lo fanno per raccontare alla madre gli ultimi momenti della loro vita e per ricucire quello strappo che – nonostante tutto - non potrà mai recidere un legame tanto forte e profondo. A differenza del mito antico, dove Demetra ottiene di poter riavere da Ade per sei mesi l’anno la figlia, nella tragedia dei nostri giorni questo non può accadere.

La Persefone di oggi è morta, ma con lei sarà sempre sua madre. Il recital rappresenta un dialogo intimo tra madre e figlia, tra vita e morte, tra amore e violenza. Il linguaggio segreto e arcaico del mito si confonde con le atmosfere metropolitane evocate e con le parole della cronaca nera, in una parabola di emozioni che si infrange contro il fatale enigma dell’esistenza. 


Donne Perse(phone), che ha debuttato lo scorso giugno a Roma alla Casa Internazionale delle Donne ed è stato replicato alla Biblioteca Comunale di Venafro nel mese di settembre, vede sulla scena tredici donne tutte non professioniste, tranne una. La performance è infatti il frutto di un laboratorio teatrale, di un percorso di condivisione tra emozioni e tensioni dell’anima e dell’intelletto. 

Lo spettacolo ha il patrocinio della Comunità Ellenica di Roma e Lazio e della Fondazione Anima per il Sociale nei valori d’impresa.

DONNE PERSE(PHONE), voci di donne contro la violenza sulle donne, di Annalisa Venditti, musiche di Bellini, Händel, Mozart, Purcel, Verdi, Vivaldi.

LA FANCIULLA DEL LAGO  Melania Straffi 

LA SPOSA BAMBINA Erika Sharon Biancone 

LA MADRE INCINTA Raffaela Rusciano 

STELLA CHE ILLUMINI I VICOLI Diana Forlani 

PERSEPHONE Patrizia Scermino 

DEMETRA Marisa Giampietro Maria Grazia Teodori

CORO Anna Cucciari Maria Luisa Magnarelli Laura Muzzupappa Ada Seguino Anna Silvestri. 

Regia e allestimento Paola Sarcina, assistente alla regia e attrice tutor Diana Forlani, voci speaker radiofonici Livia Ventimiglia e Gianluca Fabi.

Commenti