Miglior Bartender del mondo 2016, la francese Jennifer Le Nechet vince la finalissima della Diageo Reserve World Class

Miglior-Bartender-del-mondo-Jennifer
Jennifer Le Nechet
MIAMI - La francese Jennifer Le Nechet è stata appena nominata Miglior Bartender del mondo 2016 al termine della finalissima della DIAGEO RESERVE WORLD CLASS,  la prestigiosa ed acclamata competizione internazionale istituita da Diageo Reserve che celebra l’arte della mixology e che mette in scena il più grande, aspirazionale ed autorevole palcoscenico del settore dei luxury spirits, mediante la ricerca e la selezione dell’élite dei bartender di oltre 50 paesi nel mondo.
Dopo una battaglia lunga quattro giorni, Jennifer Le Nechet ha surclassato i più grandi artisti del cocktail giunti a Miami dai quattro angoli del pianeta.

La barlady francese, star del Café Moderne di Parigi ha sbalordito la giuria con i suoi cocktail originali creati al bancone a tema steampunk del bar pop-up da lei ideato protagonista dell’ultima decisiva sfida.

Jennifer Le Nechet è stata proclamata "WORLD CLASS Bartender of the Year 2016" dopo aver sbaragliato gli altri 55 concorrenti in lizza per il titolo. 

L'appuntamento del 2016 segna non solo l'ottava edizione del contest WORLD CLASS, ma anche la più grande finora organizzata da Diageo, con un numero di contendenti che ha sfiorato quota 10mila a livello mondiale. E solo 56 sono riusciti a staccare il biglietto per Miami tra cui per l’Italia il due volte Miglior Bartender d’Italia Mattia Pastori del Damascegliere di Milano. L'anno prossimo vedremo i finalisti disputarsi il titolo a Città del Messico. 


Ogni sfida della finale - riporta ancora il comunicato stampa - ha messo in luce una dote diversa dei bartender: tecnica, personalità, conoscenza dei distillati e capacità di lavorare sotto pressione. 

Selezionando i migliori distillati della gamma Reserve, come vodka Ketel One e Cîroc, tequila Don Julio, gin Tanqueray No TEN, bourbon Bulleit, rum Zacapa e blended scotch whisky Johnnie Walker Blue Label, i bartender hanno preparato cocktail classici e creato nuove ricette di loro invenzione. Hanno anche lottato contro il tempo nella sfida ‘Against the clock’ miscelando otto drink intramontabili in appena 10 minuti. 

Jennifer Le Nechet ha dichiarato: “È semplicemente incredibile – mi sembra tutto così irreale. L'intera competizione mi ha regalato momenti memorabili, ma da quando sono a Miami ho la sensazione di sognare ad occhi aperti. E sentirmi chiamare sul gradino più alto del podio, mi ha dato un'emozione che non ho mai provato prima.”

Jennifer di emozioni ne vivrà ancora tante nei prossimi 12 mesi: come Brand Ambassador di Diageo Reserve viaggerà per il mondo partecipando ad altre competizioni, ma stavolta nelle vesti di giudice, e preparando drink su misura nelle location più esotiche ed esclusive. Ormai è entrata nell'olimpo della mixology facendo il suo ingresso nella WORLD CLASS Hall of Fame. 

Johanna Dalley, Global Director di World Class, Diageo Reserve, ha dichiarato: “WORLD CLASS continua la sua formidabile ascesa – dal lancio nel 2009, il numero dei paesi partecipanti si è più che triplicato passando da 18 a 56 e il programma ha formato e motivato oltre 250mila bartender d'ogni nazionalità. Siamo orgogliosi di presentare al mondo il nostro vivaio di talenti per l'annata 2016 e di svelare le più innovative e raffinate esperienze di degustazione che l'universo del saper bere può offrire.”

Alex Kratena, giudice e fondatore di P(OUR), ha dichiarato: “Noi della giuria siamo rimasti profondamente colpiti dal livello di professionalità raggiunto quest'anno. Questi ragazzi hanno fatto faville – centrando in pieno l'obiettivo sia con i cocktail classici, sia con i drink 'fatti su ordinazione'. 

Il loro spirito innovativo ci ha lasciati letteralmente a bocca aperta.”

Il programma WORLD CLASS di Diageo è all'avanguardia del settore – oltre ad organizzare la competizione annuale, offre assistenza e percorsi formativi ai bartender e investe in progetti di ricerca che determineranno la futura evoluzione della professione. 

L'analisi previsionale "WORLD CLASS: Future of Cocktails", presentata a Miami questa settimana, anticipa le tendenze che plasmeranno la fisionomia dell'intero universo del bere negli anni a venire.

Le iscrizioni per partecipare alla prossima edizione di World Class 2017 verranno aperte il 9 novembre. 

I finalisti hanno rappresentato i seguenti paesi: Australia, Austria, Belgium, Brazil, Bulgaria, Canada, Chile, Colombia, Costa Rica, Czech Republic, Denmark, Dominican Republic, Estonia, France, Germany, Grand Cayman, Greece, Hong Kong & Macau, Iceland, India, Indian Ocean, Ireland, Indonesia, Israel, Italy, Japan, Kenya, Lebanon, Malaysia, Mexico, Morocco, Netherlands, New Zealand, Norway, Panama, Peru, Philippines, Poland, Portugal, Puerto Rico, Romania, Russia, Singapore, Slovakia, South Africa, South Korea, Spain, Sweden, Switzerland, Taiwan, Thailand, UAE, Uruguay, United Kingdom, US and Vietnam. Cruise Ships are also represented by finalists from these sectors.

WORLD CLASS si è data una missione: coltivare la cultura del saper bere, creando allo stesso tempo esperienze di degustazione indimenticabili. A casa o al bar, WORLD CLASS incoraggia i consumatori a riflettere sull'arte nel bicchiere quanto sull'arte nel piatto. 

L'iniziativa WORLD CLASS è stata fonte di sostegno, professionalità e ispirazione per 250.000 bartender di tutti i continenti negli ultimi 8 anni, guidandoli alla scoperta della gamma di distillati più pregiati al mondo – la Diageo Reserve Collection. WORLD CLASS è oggi vista come una vera e propria "istituzione" dell'universo del bere, che ha conquistato la fiducia dei consumatori fornendo informazioni affidabili sulle ultime tendenze, cocktail vecchi e nuovi e analisi del settore. 

WORLD CLASS organizza ogni anno il contest "WORLD CLASS Bartender of the Year" – la più prestigiosa competizione di bartending a livello mondiale. Al termine di "campionati nazionali" ai quattro angoli del pianeta, 56 dei migliori bartender del mondo si affrontano per conquistare il titolo di "Bartender of the Year".

Commenti