Film sulle culture degli immigrati, Viktoria Tribus realizza il logo del Premio MigrArti della Mostra del Cinema di Venezia

Film-culture-degli-immigrati-Viktoria
Magdalena Nock e Viktoria Tribus
MERANO - Mostra del cinema di Venezia: il logo del Premio MigrArti ideato da una meranese. "Iniziative come queste - ha dichiarato il sindaco Paul Rösch - dimostrano che la cultura è un ottimo collante tra nord e sud e fra culture e realtà differenti". C'è anche un po' di Merano alla 73° Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia. Il logo del Premio MigrArti, che presenta alla rassegna sedici cortometraggi e documentari realizzati per valorizzare le culture delle popolazioni immigrate in Italia, è stato infatti ideato da Viktoria Tribus, studentessa meranese della classe 4K del liceo artistico in lingua tedesca, indirizzo grafico.
MigrArti è un progetto del ministero dei Beni culturali che ha in particolare l'obiettivo di valorizzare la produzione artistica delle comunità straniere presenti in Italia attraverso progetti di teatro, danza, musica e cinema. All'inizio di quest'anno è stato indetto il concorso nazionale "Un logo per MigrArti", rivolto ai licei artistici e agli istituti tecnici con indirizzo grafica e comunicazione. Tra i 300 elaborati inviati la commissione ha scelto, ancora nel marzo scorso, quello realizzato da Viktoria Tribus.

"Sono due mani, due piedi e due occhi, che insieme raffigurano una maschera di teatro – ha spiegato Viktoria Tribus  – se si uniscono le mani, i piedi e gli occhi diventano appunto una sola cosa, una maschera, il simbolo del teatro. La cultura unisce ed è proprio questo che ho voluto raffigurare". 

Allo stesso concorso Magdalena Nock, compagna di classe di Viktoria, è entrata nella rosa dei primi dieci. 

Con il successo di Tribus, il liceo meranese si è aggiudicato il premio di 4.000 euro da destinare a progetti e attività laboratoriali di spettacolo legate alle tematiche della campagna MigrArti.

Il primo premio della sezione MigrArti - realizzato secondo il logo ideato da Tribus dall'ebanista di Lampedusa Francesco Tuccio con il legno originale delle barche dei migranti - verrà consegnato domani, martedì 6 settembre, dal regista Ferzan Ozpeteck alla migliore tra le sedici produzioni in concorso.


"Sapere che Merano partecipa a questo progetto e che un membro della nostra comunità è stato premiato per aver realizzato il miglior logo mi riempie di orgoglio", ha dichiarato il sindaco Paul Rösch.

"Merano è una città liberale e aperta, capace da sempre di accogliere ospiti provenienti da tutto il mondo e, di recente, anche profughi. Iniziative come queste dimostrano che la cultura è un ottimo collante tra nord e sud e fra culture e realtà differenti".

Commenti