A Ravello "Jazz Voices of Europe" diretta da Maria Pia De Vito. Norma Winstone e Maria João per celebrare la voce

Ravello-Jazz-Voices-of-Europe-Maria-Pia-De-Vito
Maria Pia De Vito
RAVELLO - Dal 18 al 20 luglio 2016 all'interno della 64^ edizione del Ravello Festival la rassegna "Jazz Voices of Europe" diretta da Maria Pia De Vito dedicata a celebrare la voce, primo strumento per eccellenza, e le voci europee, rappresentate da tre grandi personalità che, con il loro percorso artistico originale, tutt'ora in costante evoluzione e trasformazione, negli ultimi decenni hanno ampliato la visione collettiva del ruolo del canto: Maria Pia De Vito, Maria João, Norma Winstone.
Tre donne che, con la loro indagine musicale e progetti unici, hanno inglobato alle proprie tradizioni altre radici e “luoghi”: Maria Pia De Vito, con la sua lunga analisi delle prossimità tra la cultura e la musica di Napoli e del Brasile; Maria João con i suoi lavori interamente dedicati alla rilettura della musica brasiliana e Norma Winstone che, con il suo trio Azimuth insieme a Kenny Wheeler e John Taylor, ha aperto e tracciato una nuova via per il canto jazz di matrice europea.
La rassegna si inaugura con Maria Pia De Vito impegnata in un doppio appuntamento/proposta: con l'Ensemble Burnogualà in "Moresche e altre invenzioni" e, una prima italiana, "Sarau" insieme a Huw Warren, Gabriele Mirabassi e Roberto Taufic.
La seconda giornata vede protagonista una prima mondiale, produzione originale del Ravello Festival: il duo inedito Egberto Gismonti e Maria João, preceduto da un live in solo del compositore brasiliano.
La rassegna si conclude con la terza giornata, dedicata a Norma Winstone, che la vedrà sul palco in duo con Ralph Towner e poi con il suo Norma Winstone trio completato da due fedeli "compagni di viaggio": Glauco Venier e Klaus Gesing.

Maria Joao


Norma Winstone

Commenti