Alla Fondazione Puglisi Cosentino il concerto del "Gaudeamus Igitur", il coro di voci bianche (bambini) diretto da Elisa Poidomani

Fondazione-Puglisi-Cosentino-concerto-Gaudeamus-Igitur
CATANIA - I canti dei popoli del mondo con il coro dei bambini alla Fondazione Puglisi Cosentino. Inni ebraici, spirituals e canti africani. Sabato ​​11 giugno 2016, ore 18,30, la Fondazione Puglisi Cosentino ospiterà il concerto del "Gaudeamus Igitur", il coro di voci bianche (bambini) diretto dalla maestra Elisa Poidomani. Canti di pace in ebraico, spirituals dei neri d’America e brani corali ispirati alle missioni in Africa diventati veri e propri inni dei diritti civili universali, come il popolare “Kumbaya” che la cantante Joan Baez incise nel 1962 e interpretò in svariate occasioni a sostegno del movimento per i diritti dell’uomo.
Un messaggio di pace multilingue, nello spirito della mostra di Pietro Ruffo “Breve storia del resto del mondo”, quello dei bambini del “Gaudeamus igitur” Concentus, il coro di voci bianche diretto dalla maestra Elisa Poidomani ospite sabato 11 giugno della Fondazione Puglisi Cosentino. L’appuntamento è per le 18,30 nella corte di Palazzo Valle, sede della Fondazione. Il concerto è a ingresso gratuito.
Con i piccoli allievi del Gaudeamus è anche la formazione dei coristi più grandi, InCantata Vox, costituito dagli ex cantori di voci bianche che svolgono attività concertistica autonoma oppure affiancano i più piccoli. In programma canti tradizionali ebraici, spirituals e canti africani, brani rielaborati e arrangiati da Poidomani, docente di Direzione e concertazione di coro nel corso di Didattica dell’Istituto Musicale Vincenzo Bellini di Catania.

Commenti