Sponde. Nel sicuro sole del Nord, di Irene Dionisio. L’amicizia epistolare di due uomini sulle sponde del Mediterraneo

Sponde-sicuro-sole-Nord-Irene
Irene Dionisio
TORINO - Cinetica presenta l’anteprima regionale di Sponde. Nel sicuro sole del Nord di Irene Dionisio, 9 e 10 maggio 2016 ore 21, Centro Studi Sereno Regis e Cecchi Point @Torino. CINETICA - la rete delle sale indipendenti della città ospita l’anteprima regionale del film SPONDE. Nel sicuro sole del Nord di Irene Dionisio (Italia, 2015, 60’). Il documentario, coprodotto da Italia e Francia da Mammut Film, Vicky Films e a.titolo con il sostegno di Film Commission Torino Piemonte, Regione Sicilia, Rai Cinema, FR3 Corse e CNC, racconta l’amicizia epistolare di due uomini sulle opposte sponde del Mediterraneo dopo la stagione delle primavere arabe.
La prima proiezione è in programma, lunedì 9 maggio alle ore 21 presso la sala del Centro Studi Sereno Regis. Il film verrà replicato, sempre alle ore 21, martedì 10 maggio al Cecchi Point – Hub Multiculturale. In entrambe le occasioni la regista sarà presente in sala per introdurre il film e dialogare con gli spettatori al termine delle proiezioni.
Un giorno Mohsen Lihidheb, postino e intellettuale di Zarzis – Tunisia, cercando sulla spiaggia materiali per le proprie sculture, trova un corpo. Senza troppe domande decide di dare allo sconosciuto degna sepoltura, scatenando infinite polemiche nella propria comunità di origine e tra i sostenitori di Ben Alì. Su un’altra sponda del Mediterraneo, a Lampedusa, Vincenzo Lombardo, operatore cimiteriale in pensione, assiste alla stessa epifania e prende la medesima decisione, sollevando le critiche della comunità religiosa che contesta l’uso delle croci per il seppellimento di uomini non cattolici.


Poco dopo Vincenzo riceverà una lettera scritta in francese da un mittente sconosciuto che come lui ha scelto di dare sepoltura ai corpi senza nome arrivati dal mare in seguito alla Primavera Araba. I due uomini, Mohsen e Vincenzo, e il loro timido contatto ci parlano di un’umanità profonda che si confronta con l’osceno della storia attuale; le reazioni delle comunità di appartenenza raccontano, invece, della perenne lotta dell’uomo per la dignità, anche a costo dell’emarginazione.
Vorrei poter trattare, - ha dichiarato la regista Irene Dionisio - attraverso questa semplice e toccante storia di amicizia epistolare – filo rosso del racconto e dagli echi sofoclei - di due sponde appartenenti ad universi spazio temporali differenti e in cambiamento. Ponendomi in ascolto delle due comunità con le differenti usanze, tradizioni, lingue, religioni, ho raccolto nuove idiosincrasie che ne delineino una moderna antropologia. La Sicilia post-berlusconiana quasi fosse un paesaggio lunare attraversato da detriti, cani randagi, turisti invadenti, quasi strombazzanti e bambini ormai privi di innocenza, appare come un mondo di povertà e disincanto che teme la memoria e la sfugge, soffocato dai meccanismi crudeli della comunità; la Tunisia nel fondamentale passaggio post-rivoluzionario rivive invece gli echi della propria storia tra il museo della memoria costruito da Mohsen - per ricordare chi è partito - e una radio indipendente che raccoglie schegge di presente e passato per ridare voce ad una nazione che risorge – o forse no - dopo una dittatura.
Sponde è stato selezionato in numerosi festival nazionali ed europei, tra cui il Festival dei Popoli 2015, a Firenze, dove ha vinto il Premio del Pubblico, Filmmaker Festival 2015 e Sguardi Altrove Film Festival 2016, a Milano, IsReal 2016 a Nuoro, dove ha vinto il secondo Premio della Giuria, il Göttingen International Ethnographic Film Festival 2016 (Germania) e il SalinaDocFest 2016.
CINETICA terminerà la sua seconda stagione con la ripresa di Luce Mia di Lucio Viglierchio tra il 23 e il 25 maggio nei tre spazi del progetto.
Spazio e contatti :
Centro Studi Sereno Regis – Sala Gabriella Poli, Via Garibaldi 13, Torino - serenoregis.org
Cecchi Point – Hub Multiculturale, Via Cecchi 17/21, Torino - www.cecchipoint.it
Per maggiori informazioni: cineticatorino@gmail.co m– 347 56 46 645
La regista. Irene Dionisio è nata a Torino nel 1986 dove vive e lavora. È laureata in filosofa estetica e sociale all’università di Torino con la tesi Christopher Lash – come sopravvivere al capitalismo e ha
successivamente ottenuto il M1 in Cinema e Filosofa all’Upjv di Amiens (Francia del Nord). Ha frequentato nel corso del 2010 il Master di documentarismo diretto da Daniele Segre, fondatore della Scuola i Cammelli, e da Marco Bellocchio e successivamente il Master IED diretto da Alina Marazzi, documentarista. Lavora attualmente come regista e videoartista freelance con l’associazione Fluxlab, - di cui è socia fondatrice – con la Galleria Moitre, Tempesta Film, Mammut Film e Vycky Films (Francia). La sua ricerca artistica si concentra sulle aporie del sistema economico, sociale e politico, sull’evoluzione identità/individuo ad esso correlata e sulla memoria storica, culturale da quest’ultimo prodotta. La sua produzione artistica si esprime attraverso il medium video e quello cinematografico attraverso film, videoinstallazioni, documentari, installazioni. Tra le sue opere: Un événement imprévisible, Il canto delle sirene, La fabbrica è piena - Tragicomedìa in otto atti, Sur le traces de Lygia Clark co-diretto con Paola Anziché. Attualmente è impegnata nella lavorazione del suo primo film lungometraggio, Le ultime cose, prodotto da Tempesta Film, Amka Films e AdVitam.
CINETICA è un progetto nato con lo scopo di diffondere il cinema documentario di qualità, rendendolo sempre più vicino e a disposizione del pubblico cinematografico e della cittadinanza. Il CineTeatro Baretti, il Cecchi Point – Hub Multiculturale e il Centro Studi Sereno Regis, contesti culturali da tempo dedicati alla promozione del cinema indipendente, dall’anno scorso hanno unito le loro idee e forze per raggiungere le sinergie derivanti da una collaborazione sostenibile per una distribuzione diffusa del cinema del reale a Torino. CINETICA è un progetto curato e condiviso da: Associazione Baretti, Associazione Museo Nazionale del Cinema, Associazione Videocommunity, Centro Studi Sereno Regis con la collaborazione di CineAgenzia e Aiace Torino. Tutte le novità e gli aggiornamenti sulle attività di CINETICA si potranno leggere sull’Agenda del Cinema a Torino (www.agendacinematorino.it), media partner del progetto insieme a CinemaItaliano.info (http://cinemaitaliano.info). Nel corso della stagione verranno organizzate proiezioni speciali, mentre i film in programma sono a disposizione per proiezioni mattutine e pomeridiane per le scuole del territorio nelle sale di CINETICA, per prenotarsi scrivere a cineticatorino@gmail.co m.
Il prossimo film in programma:
Lunedì 23 maggio ore 21 al Centro Studi Sereno Regis
Martedì 24 maggio ore 21 al Cecchi Point – Hub Multiculturale
Venerdì 25 maggio ore 21 al CineTeatro Baretti
Luce Mia di Lucio Viglierchio (Italia, 2015, 82’), alla presenza del regista in sala.
Nella primavera del 2010 mi sono ammalato di Leucemia Mieloide Acuta. Oggi, dopo tre chemioterapie vissute in regime di isolamento ed alcuni mesi di cure, sono nel limbo che sta tra la remissione e la guarigione dalla malattia. Così ho deciso di affrontare la paura, tornare in reparto e cercare di ritrovare una parte di me. In questo mio cammino a ritroso, mi sono imbattuto in Sabrina. Lei era nelle stanze che mi avevano ospitato. Insieme abbiamo deciso di percorrere la sua battaglia, la nostra battaglia, uno appoggiato alla spalla dell’altro, bisognosi entrambi di confronto e conforto, alla ricerca di quell’attimo in cui si smette di essere pazienti e si torna esseri umani… Lucio Viglierchio

Commenti