Laura Fasiolo: nessuno pensi alla soppressione del carcere di Gorizia. Urgente migliorarlo subito

Laura-Fasiolo-carcere-Gorizia
Laura Fasiolo
GORIZIA - Sopprimere la struttura carceraria di Gorizia? No grazie, migliorarla sì e subito. La proficua interlocuzione instaurata con il sottosegretario alla Giustizia, Cosimo Ferri, mi ha consentito di porre alla sua diretta attenzione una serie articolata di priorità che gli ho rappresentato nel corso di un ampio incontro presso il Ministero, con il supporto del suo staff tecnico.
Tema focale del colloquio sono state le condizioni di grave e preoccupante carenza sotto diversi profili, della struttura carceraria di Gorizia che ho visitato ripetutamente.
A fronte del forte sostegno del volontariato, ho segnalato al sottosegretario Ferri le condizioni indecorose e di grave trascuratezza dell'edificio.
Cosimo Ferri ha da poco la delega del  ministro all'Edilizia carceraria, gli ho perciò rappresentato la necessità prioritaria di completare il programma di lavori di ristrutturazione previsti per il secondo lotto e già finanziati. 
Ciò consentirebbe di ridare funzionalità e agibilità in breve a spazi oggi non utilizzabili e invivibili. L’attenzione si è spostata poi sulle condizioni di totale isolamento e di prolungata inattività giornaliera in cui vivono i detenuti, specie i reclusi nella sezione per omosessuali, per la quale ho auspicato la ricerca di soluzioni rispettose dei diritti umani.
Ho rimarcato  la necessità di un uso razionale degli spazi già ristrutturati e messo in rilievo la gravità delle condizione di oggettiva immobilità di tanti giovani, nell'impossibilità di svolgere un minimo di attività motoria.  Anche il personale del carcere, ho evidenziato,  risente fortemente delle condizioni di grave carenza della struttura, con pregiudizio per il benessere psico-fisico che riguarda sia gli agenti penitenziari, sia i dei detenuti.
Cosimo Ferri ha inteso raccogliere le mie puntuali segnalazioni e si attiverà subito presso il dipartimento Dap della edilizia carceraria per la verifica dello stato del finanziamento per i lavori e l'immediato sblocco dello stanziamento. In questi giorni ho ricevuto a Roma il Garante nazionale delle carceri, Mauro Palma, con il quale sto lavorando per portare al ministro Orlando il quadro più preciso possibile della situazione carceraria di Gorizia, allo scopo di introdurre subito interventi migliorativi, auspicati dal garante De Nadai e dalle associazioni che operano nel settore.

Senatrice Laura Fasiolo
Partito democratico

Commenti