Benedetta Craveri ai Martedì Letterari del Casinò di Sanremo col suo nuovissimo libro “Gli Ultimi Libertini”

Benedetta-Craveri-Martedi-Letterari-Sanremo
SANREMO - Benedetta Craveri con “Gli Ultimi Libertini” ai Martedì Letterari il 18 maggio ore 16,30 nel Teatro dell’Opera del Casinò. Eccezionalmente il mercoledì, nel Teatro dell’Opera Benedetta Craveri presenterà il suo nuovissimo libro: "Gli ultimi Libertini". (Adelphi). Letture del teatro dell’Albero con gli attori Franco Lasacra e Loredana De Flaviis. Intervento musicale della scuola Ottorino Respighi.
«Questo libro» annuncia Benedetta Craveri nella prefazione «racconta la storia di un gruppo di aristocratici la cui giovinezza coincise con l'ultimo momento di grazia della monarchia francese»: sette personaggi emblematici, scelti non solo per «il carattere romanzesco delle loro avventure e dei loro amori», ma anche (soprattutto, forse) per «la consapevolezza con cui vissero la crisi di quella civiltà di Antico Regime ... con lo sguardo rivolto al mondo nuovo che andava nascendo». Sfruttando, infatti, le qualità migliori della loro casta – «la fierezza, il coraggio, l'eleganza dei modi, la cultura, lo spirito, il talento di rendersi gradevoli» –, il duca di Lauzun, il conte e il visconte di Ségur, il duca di Brissac, i conti di Narbonne e di Vaudreuil e il cavaliere di Boufflers non furono soltanto maestri nell'arte di sedurre, ma da veri figli dei Lumi ambirono ad avere un ruolo nei grandi cambiamenti che si preparavano, e dopo il 1789 seppero affrontare le conseguenze delle loro scelte – la povertà, l'esilio, perfino il patibolo – senza mai perdere l'incomparabile panache che li distingueva. A sua volta, con la «grazia somma della cultura, della curiosità, del pensiero, della scrittura magnifica» che le è stata riconosciuta dai critici, e ancor più dai lettori, l'autrice di Amanti e regine percorre queste sette vite parallele fino all'evento in cui tutte convergeranno – la Rivoluzione – e dopo il quale ciascuno degli «ultimi libertini» seguirà il proprio destino.
Benedetta Craveri. Si laurea a Roma in lettere divenendo una delle massime studiose italiane di lingua e letteratura francese, materia che insegnerà prima presso l'Università della Tuscia (Viterbo) e, successivamente, presso l'Università degli Studi Suor Orsola Benincasa (Napoli).Acquista notorietà internazionale come autrice di saggi e monografie sulla vita intellettuale dei salotti francesi che, in età moderna, hanno ruotato attorno alla corte di Versailles realizzando  l'abile connubio di un'esposizione brillante con il rigore della trattazione storica. Profonda conoscitrice del neoclassicismo transalpino del Settecento e dei primi anni dell'Ottocento, ha curato l'edizione italiana dell'opera di André Chénier. E’ Membro dell'Istituto dell'Enciclopedia Italiana. Collabora alle pagine culturali di prestigiosi quotidiani e periodici internazionali, fra cui La Repubblica, The New York Review of Books e la Revue d'histoire littéraire de la France.
A Parigi  è stata insignita di un riconoscimento prestigioso, quello di "ufficiale" dell'Ordre des Arts et des Lettres e ha collaborato, in qualità di professoressa invitata, con l'Università della Sorbona.
Il prossimo appuntamento è per il 24 maggio ore 16 Paolo Lingua presenta il libro “I Grimaldi di Monaco.” (De Ferrari Editore). Inaugurazione della mostra “I Romanov e i Grimaldi” in Riviera. Abiti storici della Maison Daphnè.”

Commenti