L'interruzione volontaria di gravidanza e le problematiche attuali. Possibili soluzioni e prospettive future con Emilia De Biasi

interruzione-volontaria-di-gravidanza-Emilia-De
Emilia De Biasi
MILANO - L'Italia si adegui alle regole europee sulla ricerca. Sono settimane piene di lavoro e anche di qualche soddisfazione. Il 26 aprile si è infatti concluso l'esame in commissione Sanità del Senato del Ddl Lorenzin che contiene elementi di riforma della sperimentazione clinica, misure sul parto e, in particolare, sul parto indolore, l'inasprimento delle sanzioni contro le violenze in istituti di cura, la riforma degli ordini professionali e il riconoscimento di nuove professioni.
Ora ci auguriamo che il ddl approdi in aula in tempi rapidi e che con questo provvedimento si ponga fine a polemiche fuori dal tempo.
È recente inoltre la notizia che l’Italia è stata messa in mora dall’Unione europea per le limitazioni all’uso degli animali per scopi scientifici. Sapete come la penso in merito: non è possibile che i nostri ricercatori perdano le gare per vincoli italiani e poi l’Italia compri la ricerca estera, fatta senza limitazioni. Abbiamo parlato di ricerca sanitaria anche agli Stati Generali della Ricerca Sanitaria.
Lunedi a Milano vi aspetto in via Sant’Antonio presso la meravigliosa Sala Napoleonica dell’Università Statale per il convegno  "L'interruzione volontaria di gravidanza e le problematiche attuali. Possibili soluzioni e prospettive future".

Senatrice Emilia De Biasi




Commenti