Borsa di Studio "Rete dei Teatri Storici della Liguria” a Serena Salvestri, vincitrice con la tesi “Il Teatro Sociale di Camogli”

Borsa di Studio "Rete dei Teatri Storici della Liguria” a Serena Salvestri, vincitrice con la tesi “Il Teatro Sociale di Camogli”
CAMOGLI - Presentazione del volume "Teatri Storici di Liguria. Un viaggio tra palcoscenici storici e naturali” e consegna della Borsa di Studio bandita dal progetto “Rete dei Teatri Storici della Liguria”. Saluto di Elisabetta Caviglia, vicesindaco e assessora alla Cultura del Comune di Camogli ed interventi di Roberto Iovino e Carla Viazzi, curatori del volume. Sabato 30 aprile 2016 – ore 11, Aula Consigliare, via XX Settembre 1, Comune di CAMOGLI (GE).
Ingresso gratuito.
Culmina a Camogli il progetto ‘RETE DEI TEATRI STORICI DELLA LIGURIA’ sostenuto dalla Compagnia di San Paolo nell’ambito del bando denominato “Le risorse culturali e paesaggistiche del territorio: una valorizzazione a rete” e promosso dall'Assessorato alla Cultura della Regione Liguria in collaborazione con Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura con la partecipazione dei Comuni di Ventimiglia, Imperia, Pieve di Teco, Finale Ligure, Savona, Camogli, La Spezia, Sarzana e del Comune di Genova.
Il progetto si è posto l’obiettivo, a partire dal mese di novembre 2013, di valorizzazione e mettere in rete i teatri storici esistenti in Liguria attraverso una serie di iniziative che permettono di conoscere un aspetto importante del patrimonio artistico e culturale della Regione.
Sabato 30 aprile alle 11 nell’Aula Consiliare del Comune di Camogli verrà presentato ufficialmente il volume “TEATRI STORICI DI LIGURIA – Un viaggio fra palcoscenici storici e naturali” nuovo capitolo di questo importante progetto che si è articolato in più di un anno.
Dopo il saluto di Elisabetta Caviglia, la parola passerà a Roberto Iovino e Carla Viazzi, i curatori del volume che propone un viaggio nella Liguria partendo da Luni e Sarzana per arrivare a Ventimiglia, soffermandosi in ogni città in cui si ha notizia di Teatri Storici. Quelli attivi o rilevanti sono stati trattati ampiamente; quelli appartenenti al passato di cui restano scarse notizie sono stati comunque citati.
Per TEATRI STORICI si sono intesi palcoscenici costruiti entro fine Ottocento con l’eccezione del Teatro Comunale di Ventimiglia che, pur essendo stato inaugurato nel 1905, è nato dalla ristrutturazione di un edificio più antico. 
Ogni capitolo è corredato da foto e vignette (tratte da vecchi giornali ottocenteschi e di primo Novecento) e da alcune testimonianze letterarie e giornalistiche, graficamente evidenziate in riquadri. A fare da filo conduttore otto “promenade” come testo guida per legare un capitolo all’altro sottolineando anche il patrimonio naturale della Liguria.
Autori del libro, oltre ai due curatori Roberto Iovino e Carla Viazzi, anche Barbara Catellani, Matteo Frulio, Flavio Menardi, Paola Siragna, Maurizio Tarrini, Isabella Vasile, Francesco Vatteone.
Durante l’incontro verrà consegnata la borsa di studio bandita dal progetto a Serena Salvestri, vincitrice con una tesi dal titolo “Il Teatro Sociale di Camogli” al quale la commissione giudicatrice ha riconosciuto una lodevole scientificità unita ad uno stile corretto.
IL PROGETTO ‘RETE DEI TEATRI STORICI DELLA LIGURIA’ 
Un viaggio spettacolare tra arte e paesaggio dedicato a turisti e cittadini che si pone l’obiettivo di valorizzare e riscoprire un importante patrimonio della storia ligure attraverso una serie di interessanti iniziative culturali e artistiche.
Il progetto ha preso il via ufficialmente nel novembre 2013 con la messa in rete del sito www.teatristoricidiliguria.it e della pagina facebook www.facebook.com/teatristoricidiliguria, è promosso dall'Assessorato alla Cultura della Regione Liguria in collaborazione con Palazzo Ducale Fondazione per la cultira ed è sostenuto dalla Compagnia di San Paolo, con la partecipazione dei Comuni in cui si trovano i teatri coinvolti: Teatro Comunale (1905) di Ventimiglia, Teatro Salvini (1834) di Pieve di Teco, Teatro Cavour (1871)di Imperia, Teatro Aycardi (1804) e Teatro Sivori (1868) di Finale Ligure, Teatro Chiabrera (1853) di Savona, Teatro Carlo Felice (1828, ricostruito nel 1991), Teatro Modena (1857) e Teatro Duchessa di Galliera (metà XVIII sec. ca.) di Genova, Teatro Sociale (1876) di Camogli, Teatro Civico (1846, ricostruito nel 1933) di La Spezia e Teatro degli Accademici Impavidi (1809) di Sarzana.
L’ideazione del progetto è di Laura Sicignano, direttrice del Teatro Cargo di Genova, mentre il coordinamento storico è di Roberto Iovino, direttore del Conservatorio Niccolò Paganini di Genova, critico musicale e autore di numerose pubblicazioni sulla storia della musica e del teatro. Come PARTNERS per la realizzazione delle varie iniziative sono state coinvolte importanti realtà quali il DIRAAS - Dipartimento di Italianistica, Romanistica, Antichistica, Arti e Spettacolo dell'Università degli Studi di Genova, il Festival della Scienza, Italia Nostra sezione di Genova, il Conservatorio Niccolò Paganini ed il CfA - Centro di Formazione Artistica di Genova.
Gli appuntamenti si sono svolti nei vari Comuni coinvolti con un’ottima affluenza di pubblico. Eventi ad ingresso gratuito con inaugurazioni di una mostra, presentazioni del progetto e  conferenze illustrative che in diversi casi sono state abbinate a letture teatrali e intrattenimenti musicali organizzati in collaborazione con il Conservatorio Niccolò Paganini di Genova o con altri professionisti ed associazioni locali. Il progetto ha realizzato altre numerose iniziative ed attività come l’organizzazione di visite guidate, laboratori didattici e attività di ricerca storica per gli studenti delle scuole. Tutte le informazioni sono reperibili in www.teatristoricidiliguria.it 

Commenti