"Concerto per voci sorde", il secondo romanzo di Nadia Giannoni

ROMA - Secondo romanzo di Nadia Giannoni, Concerto per voci sorde. Libro in cui il silenzio di una donna, Aurora, non è che il filo conduttore di una trama intensa, profonda, che conduce alla riscoperta interiore attraverso un viaggio nel mondo delle emozioni. Scrittrice caratterizzata per la letteratura introspettiva, che contiene in sé la leggerezza della narrativa e la profondità delle emozioni. In ogni donna vive una voce inascoltata, ma in questo libro si aggiunge anche il tormento di un uomo, voci sorde che troveranno una forma attraverso lo scorrere delle pagine. Romanzo candidato a: “Premio letterario nazionale per la donna scrittrice”, “Premio nazionale di narrativa Maria Teresa Di Lascia”.
Il libro
Il silenzio di Aurora irrompe nella vita di Matteo in un anonimo sabato di primavera, quando le sirene di un’ambulanza lo scuotono dal sogno per condurlo nella casa dove la sua “sorvegliata” speciale siede inerme, buttata su un divano di niente. “Io la conosco. Io la conosco molto bene” è tutto quello che gli viene da dire quando stanno per condurla in una casa di cura, e la sua voce chiara, limpida, trasparente, irrompe nell’aria con tale determinazione che non c’è bisogno di aggiungere altro per renderla credibile. Anche se in realtà la sua è una conoscenza assai singolare. 
Matteo, infatti, è un avvocato famoso, che ha sacrificato la sua passione per la pittura in virtù di un  (Continua a leggere...)

Commenti