"Ho rubato la pioggia" e le verità nascoste di Elisa Ruotolo al "Falerno"

Lo scrittore Francesco Forlani e il vino Falerno di Papa candidano il primo romanzo di Elisa Ruotolo dal titolo "Ho rubato la pioggia". Ne parleranno a cena giovedì 21 aprile, al ristorante Ex Libris di Palazzo Lanza (Capua). Secondo appuntamento a tavola per il Premio Falerno Primo Romanzo. E dopo l'incontro di giovedì scorso con lo scrittore Massimiliano Palmese e col Falerno di Masseria Felicia, testimonial della prima opera letteraria di Cristiano de Majo dal titolo “Vita e morte di un giovane impostore scritta da me, il suo migliore amico” (Ponte alle Grazie), giovedì, a partire dalle ore 21.30, l'appuntamento a cena sarà con lo scrittore Francesco Forlani e il vino Falerno dell'azienda Papa.
Al racconto del Falerno secondo Papa, s'intreccerà quello di Francesco Forlani, nato a Caserta nel 1967 ma vissuto tra Parigi e Torino. Collabora con riviste come Baldus (Milano), Atelier du Roman (Parigi), News from the Republic of letters (Boston), e ha pubblicato diversi libri, in francese e in italiano, tra cui Autoreverse, Edizioni Ancora del mediterraneo.
Nel corso della cena, Francesco Forlani candiderà al Premio Falerno la scrittrice esordiente Elisa Ruotolo, autrice di “Ho rubato la pioggia” edito da Nottetempo.
“Ho rubato la pioggia”, è l’interessante e suggestivo esordio letterario di Elisa Ruotolo, scrittrice di Santa Maria a Vico, classe 1975. Una raccolta di tre racconti ambientati in un microcosmo che è un fotogramma... Continua

Commenti