“Polvere di stelle e tirate di sciacquone“, Giada Gerli alla sua prima opera

“Polvere di stelle e tirate di sciacquone“… un titolo davvero singolare per un romanzo! E’ il primo libro della giovane scrittrice di Vigevano Giada Gerli, edito da Italian University Press. La protagonista del romanzo è Azzurra, una promettente coreografa che lavora presso un villaggio turistico da sogno, popolato però da ospiti esigenti e animatori invidiosi. Parlantina sciolta e simpatia contagiosa, la ragazza verrà travolta dalle emozioni di un’intensa storia d’amore, che diventerà ben presto un vero e proprio incubo a causa della futura suocera, donna cinica, egoista e terribilmente snob.
Nel tentativo di prendersi una pausa dalle problematiche amorose della sua vita, Azzurra partirà con la sua migliore amica per una crociera nel Mar Mediterraneo. Ben presto a bordo della nave accadranno eventi davvero inaspettati…
Giada, com’è nata la passione per la scrittura?
Ho sempre adorato scrivere, sin da bambina. Era il modo per esprimere la mia creatività e fantasia. Da adulta ho scoperto che è anche un ottimo modo di psicoanalizzarsi. Trascrivere i propri problemi e preoccupazioni è per me essenziale per poterli esorcizzare e affrontare. Questo libro nasce per gioco, grazie alle richieste di alcuni amici che sono rimasti affascinati dalle mie esperienze nel campo dell’animazione in villaggi turistici. Ho raccontato le mie avventure come coreografa e realtà e fantasia si sono presto... Continua

Commenti