Gabriella Guidi Gambino nel"L'ultima passeggiata" nel romanzo noir

L’ultima passeggiata, un intrigo d’epoca nel nuovo romanzo noir di Gabriella Guidi Gambino. In libreria. La verità, o quello che crediamo essere la verità, è la vera protagonista de L’ultima passeggiata (Mursia). Un intrigante noir psicologico costruito tra il passato dominato dalle macerie della Grande Guerra, e il presente delle nuove tecniche investigative.
Una ragazza, vestita con abiti dimessi, viene ritrovata morta sul lungotevere Marzio. È il 1918 e il caso di Maria R. viene rapidamente archiviato come suicidio. Decenni dopo una giovane ricercatrice, Luisa Gritti, riapre le carte processuali e tassello dopo tassello rimette insieme un’altra verità fatti di passioni mortali, di sentimenti estremi e di innocenza perduta. Un anziano penalista, Giacomo Sanfelici, la guida nella sua ricerca, fornendole materiali, suggerendo ipotesi ma soprattutto seminando dubbi: qual è la vera chiave del delitto? È esistita davvero Maria R. oppure dietro quel nome si nasconde un’altra donna?
Dal passato riemergono personaggi potenti: un dongiovanni senza scrupoli e una donna fatale, una giovane innamorata e un bambino condannato a un’infanzia senza amore. La verità che la giovane ricercatrice insegue con ostinazione sembra continuamente sfuggire: la vittima e l’assassino sembrano scambiarsi i ruoli in un turbine di passioni dove è difficile porre il confine tra Bene e Male.
La storia d’inizio secolo - ricostruita con una scrittura elegante e misurata capace di rendere con grande... Continua

Commenti