"Il Farmaco" di Gilda Policastro, la voce di una scrittrice che fa discutere

Libreria del Mondo Offeso, martedì 30 novembre ore 19, presentazione del romanzo IL FARMACO di Gilda Policastro (Fandango Libri). Partecipano all’incontro: Gilda Policastro, Daniele Giglioli e Antonio Loreto. Un romanzo che porta alla ribalta la voce di una scrittrice che farà discutere, una storia conturbante tra le atmosfere di Lars Von Trier e i grandi romanzi francesi.
Enza ha un fascino indefinibile, occhi “che hanno solo lei e i gatti”, un’andatura dai passi lievi. Infermiera dalla vita privata apparentemente comune, trascorre le sue giornate in un ospedale di provincia. Il primario non può fare a meno di notarla, decidendo unilateralmente che sarà sua ma intanto coltivando desideri perversi su tutte le donne che incontra. I suoi assistenti lo chiamano Bardamu, il nickname che egli stesso adopera nelle chat per agganciare le destinatarie dei suoi assalti erotici e farne oggetti simbolici delle depravazioni più torbide. Ma Enza, Enza diventa per lui una vera ossessione: vorrebbe sottometterla, umiliarla, con un desiderio accanito di supremazia. Neanche la donna, però, è del tutto esente da lati oscuri: c’è come un guasto, dietro ai suoi gesti e i suoi pensieri, che nessun farmaco può curare. La relazione con suo marito Mario è violenta, routinaria, eppure indispensabile ai rispettivi equilibri mentali. Sul lavoro, Enza passa dall’essere un angelo tra le corsie a un carnefice privo di pietà per le sofferenze degli altri, anche se alcuni pazienti, come il vecchio cieco ricoverato da mesi, subiscono non del tutto inermi i suoi continui mutamenti... Continua

Commenti