Colomba Antonietti, il suo vero patriottismo nelle parole di Cinzia Dal Maso

Il 13 giugno del 1849 la Repubblica Romana stava vivendo i suoi ultimi, gloriosi giorni sotto il fuoco dell’artiglieria francese. Intorno alle sei del pomeriggio, presso il sesto bastione delle Mura Gianicolensi, una palla di cannone feriva orribilmente un giovane soldato che spirava di lì a poco, per un’emorragia inarrestabile. Un ufficiale, il conte Luigi Porzi, si gettava su quel corpo in preda alla più profonda disperazione: il soldato era sua moglie, Colomba Antonietti, che nonostante i suoi 22 anni da tempo combatteva insieme al marito in abiti virili.
Una vicenda di vero patriottismo, ma anche una struggente storia d’amore tra la figlia di un fornaio e un nobile cadetto pontificio.
Per tutti coloro che desiderano portare il loro omaggio a Colomba Antonietti a 164 anni dalla sua eroica morte, l’appuntamento è il 13 giugno 2013 alle 10.30 davanti all’ingresso del Museo della Repubblica Romana e della Memoria Garibaldina.
Dopo i saluti della dott.ssa Mara Minasi, direttrice del Museo, la Banda della Polizia Municipale eseguirà il Canto degli Italiani e l’Inno di Garibaldi.
Annalisa Venditti, giornalista e scrittrice, leggerà alcuni versi di Giuseppe Ricciardi su Colomba Antonietti.
Alle ore 11, all’interno del Museo, la dott.ssa Cinzia Dal Maso, autrice di una biografia di Colomba... Continua

Commenti